Mission

 

L’Associazione ESCULAPIO, nella continuità degli ideali e delle finalità dei Soci Fondatori, persegue esclusivamente scopi di utilità sociale, tra le quali il coordinamento, la logistica e l’organizzazione dei servizi svolti dalle Associate e la formazione e l’inserimento della figura dell’Operatore Tecnico di Centrale Operativa 118 sul territorio toscano (questo particolare aspetto in collaborazione con Croce Rossa Italiana).

 

Promuove inoltre la ricerca, lo sviluppo e la progettualità di percorsi mirati a ridurre la fragilità di alcune categorie svantaggiate: fra queste gli anziani, con il progetto regionale Pronto Badante, i non udenti, con il servizio ponte ComunicENS, e i disabili con la programmazione del trasporto a loro dedicato nelle aree della Toscana che si avvalgono del supporto dell'Associazione.

 

Dallo Statuto dell'Associazione Esculapio:

"Ai fini di quanto previsto dalla legge 11 agosto 1991, n. 266 sono comunque rilevanti, seppur a solo titolo esemplificativo , per l'attività dell'Associazione tutti i seguenti settori:

 

1) La promozione, lo sviluppo e la razionalizzazione di alcuni servizi delle organizzazioni di volontariato rivolti alla popolazione. In particolare scopo principale dell'Associazione e la gestione e 1'organizzazione del servizio di trasporto sanitario cosiddetto "ordinario" svolto dalle organizzazioni di volontariato aderenti ai soci dell'Associazione stessa, e ciò anche mediante l'istituzione e la gestione di apposite strutture decentrate denominate "Centrali Operative del Volontariato".

 

2) Il soccorso ed il trasporto di ammalati e feriti mediante ambulanze;

 

3) La gestione di servizi di guardia medica e/o ambulatoriali, direttamente ovvero in collaborazione con strutture pubbliche e private;

 

4) La raccolta di sangue e degli organi;

 

5) Le iniziative di formazione ed informazione sanitaria e di prevenzione della salute nei suoi vari aspetti sanitari e sociali;

 

6) Le iniziative di protezione civile e di tutela dell'ambiente;

 

7) le iniziative di carattere culturale, sportivo e ricreativo, anche mediante pubblicazioni periodiche, atte a favorire una migliore qualità della vita e sensibilizzare la collettività sulle tematiche della solidarietà, dell'assistenza e del dolore;

 

8) Le iniziative di formazione del volontariato;

 

9) I servizi di carattere sociale ed assistenziale, anche domiciliari, per il sostegno e l'aiuto ai cittadini anziani, portatori di handicap ed in generale a tutti coloro si trovino in condizioni, anche temporanee, di difficoltà e disagio;

 

10) Qualsiasi attività connessa alle finalità sociali.