Banner_RT

 

COS’È IL PROGETTO “PRONTO BADANTE”

“Pronto Badante” è il progetto della Regione Toscana che ha come obiettivo il sostegno alla famiglia nel momento in cui si presenta la prima fase di fragilità dell’anziano. Il progetto, con il coinvolgimento del Terzo settore, del volontariato e dei soggetti istituzionali presenti sul territorio, prevede l’intervento diretto di un operatore presso l’abitazione della famiglia dell’anziano, in modo da garantirle un unico punto di riferimento per avere informazioni riguardanti i percorsi socio-assistenziali e un sostegno economico per l’attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante.

A CHI È RIVOLTO

Il “Numero Verde Pronto Badante 800 59 33 88”, attivo da lunedì a venerdì ore 8.00-18.00 e sabato ore 8.00-13.00, si rivolge alla famiglia con anziano convivente o all’anziano che vive da solo e che rientra nelle seguenti condizioni:
– età uguale o superiore a 65 anni
– residenza in uno dei seguenti Comuni della provincia di Firenze: Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Barberino Val d’Elsa, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Campi Bisenzio, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Dicomano, Empoli, Fiesole, Figline Valdarno, Firenze, Firenzuola, Fucecchio, Gambassi Terme, Greve in Chianti, Impruneta, Incisa, Lastra a Signa, Londa, Marradi, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Palazzuolo sul Senio, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Casciano Val di Pesa, San Godenzo, Scandicci, Scarperia e San Piero,
Sesto Fiorentino, Signa, Tavarnelle Val di Pesa, Vaglia, Vicchio, Vinci
– trovarsi in un momento di difficoltà, fragilità o disagio che si manifesta per la prima volta
– non avere già in atto un progetto di assistenza personalizzato (PAP) da parte dei servizi territoriali
– non aver già stipulato un contratto di assistenza familiare

COSA GARANTISCE

Contattando il Numero Verde Pronto Badante “800 59 33 88”, attivo da lunedì a venerdì ore 8.00-18.00 e sabato ore 8.00-13.00, e dopo che sarà stata rilevata la effettiva necessità dell’anziano, un operatore autorizzato si recherà, entro al massimo 48 ore, presso l’abitazione dove risiede l’anziano in difficoltà.
Qualora, a seguito della visita dell’operatore, l’anziano abbia tutti i requisiti previsti, la Regione Toscana corrisponderà buoni lavoro (voucher) per un valore pari a 300 Euro, comprensivi di contributi previdenziali e assicurativi, per attivare un primo rapporto di lavoro regolare e occasionale con una/un badante. L’operatore autorizzato che segue l’anziano garantirà inoltre a domicilio un periodo di tutoraggio per aiutare la famiglia quando viene attivato il rapporto di assistenza familiare.


 

Pronto Badante: lo spot radiofonico